Pagine

domenica 2 novembre 2014

PROTEZIONE CIVILE:Maltempo:allerta per temporali su Piemonte e Liguria

Comunicati Stampa

Maltempo:allerta per temporali su Piemonte e Liguria

2 novembre 2014
 L’ingresso sul Mediterraneo occidentale di una intensa perturbazione atlantica determinerà, a partire da domani, un graduale peggioramento sul nord-ovest italiano con precipitazioni, anche a carattere temporalesco e specie sulla Liguria, in notevole intensificazione dal pomeriggio-sera e nella successiva giornata di martedì. Seguirà una fase di marcato e persistente maltempo su buona parte del territorio nazionale.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

L’avviso prevede dal pomeriggio-sera di domani, lunedì 3 novembre, precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Liguria e Piemonte.
I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità arancione per rischio idrogeologico localizzato sulla Liguria. La criticità sarà invece gialla per rischio idrogeologico localizzato sul Piemonte centro-meridionale.

È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, riportati sul sito del Dipartimento.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile , insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.